Configurare ultimaker Cura

Ho appena ricevuto una stampante 3D Geeetech Prusa I3 Pro W, fortunatamente montata e tarata e naturalmente il mio primo desiderio è stamparci qualcosa.

Questo modello di stampante può essere comandato da un computer tramite un comune cavo USB e può stampare da scheda SD; io ho deciso di utilizzare questa seconda opzione, molto più semplice e veloce. Questo mi permette di mettere la stampante su un comodino e basta solo collegarla all’imentazione.

Per dare gli ordini ad una stampante 3D si usa il linguaggio GCode, ma non è necessario impararlo, si può utilizzare un programma come Ultimaker Cura che trovate QUI, per convertire un progetto 3D in istruzioni per la stampante che poi vengono caricate sulla scheda sd e avviate alla stampa.

Installiamo il programma

Ma procediamo con ordine, una volta scaricato e installato il programma bisogna aggiungere la nostra stampante e completare la configurazione. A oggi, febbraio 2021, il programma ha le impostazioni pronte per centinaia di stampante ma non per la mia, per cui l’ho configurato manualmente.

Al primo avvio il programma chiede di definire una stampante e quindi potete farlo da li, se non lo ha fatto o siete usciti potete definire una nuova stampante dal menù Setting->Printer->Add printer, selezionate la tendina in basso “add a non-networked printer” e poi sfogliando le varie entrate scegliete Custom->Custom FFF printer e datele il nome che preferite.

Inserita la stampante il programma vi proporrà la videata di setting, dovete per prima cosa impostare le dimensioni del piano di stampa, x y z, tutti e 3 a 200, i valori sono in millimetri, poi selezionate l’opzione heated bed (piano riscaldato).

Ora spostatevi sul tab “Estruder” per configurare l’estrusore, il mio ha un nozzle size di 0,4, che è il valore di default e il diametro del materiale che ho acquistato è 1.75 valore che va impostato in “compatible material diameter”.

Cliccate su next e il programma è disponibile per preparare i comandi per la vostra stampante.

Prepariamo le istruzioni di stampa

Se volete farvi il disegno di un oggetto da stampare potete utilizzare Freecad, questo programma che trovate QUI di permette di disegnare in 3D molto facilmente. Naturalmente vi consiglio di vedere qualche video introduttivo su Youtube. Se volete saltare questo passaggio potete andare su QUESTO sito dove trovate migliaia di progetti pronti.

Ci trovate di tutto, cercate quello che volete e scaricatelo. Se proprio non avete idea potete scaricare questo semplice cubo di test da QUI. Quindi per scaricarlo cliccate sul pulsante blu “download alla files” e aprite il file zip che avete scaricato.

Tutti i progetti scaricati sono organizzati nello stesso modo, quello che vi serve lo trovate nella cartella file, è un file con estensione STL, In fase di installazione Cura ha già impostato windows per l’apertura di questo file, se il sistema non fa in automatico ricordatevi che dovete fare aprire il file da Ultimaker Cura.

Prime impostazioni

Trattandosi di una prima stampa vanno inserite alcune impostazioni che solitamente restano le stesse ma possono essere cambiate per stampe particolari.

Come prima volta dovete controllare tutte le informazioni della riga orizzontale che inizia con l’icona di una cartella per aprire i file, prosegue con il nome della vostra stampante (se ci cliccate su potete fare modifiche), segue il tipo di materiale nel mio caso PLA e nell’ultima parte ci sono le impostazioni per lo slice, cioè la generazione dei comandi per la stampante.

I profili presenti è già configurati sono legati alla qualità di stampa che volete ottenere, FINE dovrebbe andare bene per un primo test.

A questo punto cliccate sul bottone SLICE in basso a destra e il programma, dopo aver generato i comandi di stampa, vi visualizza sempre in basso a destra una finestra con l’indicazione del tempo di stampa e dei grammi e lunghezza di filo che andrete ad utilizzare.

Inoltre vi propone un bottone per il salvataggio del file di comandi. Salvateli su una schedina sd e rimuovete il dispositivo. Inserite la SD nella stampante, cliccate sull’unica manopola presente, il selettore, e ruotandolo portate la freccia del menù su “print from sd” e cliccate sul selettore.

Un parametro importante da controllare è Build plate adesion type, che specifica che tipo di predisposizione all’adesione bisogna fare, cioè, prima di cominciare ad estrudere per l’oggetto che ci interessa il programma gli fa estrudere una cornice intorno se abbiamo selezionato l’opzione “Skirt” che è quella che suggerisco. Invece verrà stampato un primo strato di un centimetro di larghezza intorno se abbiamo selezionato “Brim”, una griglia attorno all’oggetto se selzionato “Trim” e nessuna se selezionato “None”.

La stampante farà tutto da sola, abbiate pazienza perchè prima dovrà portare a temperatura il piano, poi l’estrusore e infine partirà con la stampa. Aspettate che il piano si sia raffreddato prima di prendere l’oggetto stampato.

Maurizio

Lascia un commento